-

martedì 4 giugno 2013

Tempo di rendiconti economico finanziario per le ASD

Ecco una semplice guida per realizzare e compilare il rendiconto della vostra ASD che deve comprendere:
• Stato Patrimoniale
• Rendiconto della gestione
• Nota integrativa
• Prospetto di movimentazione dei fondi
• Relazione sulla gestione


A seguire uno schema semplificato con immagini per gli enti di dimensioni ridotte che nei due esercizi precedenti a quello di riferimento hanno conseguito proventi non  superiori ad euro 50.000,00

prospetto prima nota

bilancio

bilancio2

La nota integrativa

La Nota Integrativa ha la funzione di illustrare od integrare i dati e le informazioni contenute nello Stato Patrimoniale e nel Rendiconto della gestione, costituendo, con questi ultimi, il "Bilancio di esercizio ". Preliminarmente la Nota Integrativa deve contenere i seguenti elementi:
• indicazioni dell’organo che ha effettuato la revisione del bilancio (Collegio dei Revisori o Società di Revisione Contabile). L’omissione della informazione sottintende che il bilancio non è stato sottoposto a revisione.
• informazioni circa le esenzioni fiscali di cui beneficia l' azienda e la deducibilità fiscale sulle donazioni di cui i donanti possono beneficiare;
• indicazione del numero delle persone direttamente dipendenti alla fine del periodo e del numero dei dipendenti degli enti controllati (Comitati o organizzazioni controllate od affiliate).
Con riferimento alle finalità affidate alla Nota Integrativa di illustrazione delle postazioni contabili, il documento dovrà inoltre indicare, per lo stato patrimoniale i criteri adottati nella valutazione delle voci e se gli stessi sono variati rispetto all’esercizio precedente.

In particolare dovranno essere esplicitati:
• i criteri di valutazione delle immobilizzazioni materiali od immateriali nonché i criteri seguiti per il loro ammortamento. ( nel caso che i costi di acquisto dei beni destinati all'attività istituzionale siano stati annualmente spesati a carico dell'esercizio, occorre indicare l'ammontare degli acquisti effettuati nell' anno);
• le modalità di valutazione delle rimanenze delle merci o dei materiali , dei titoli e delle attività finanziarie non immobilizzate, precisando sia gli elementi considerati nella configurazione del costo, sia i riferimenti adottati nella definizione del valore di mercato;
• i criteri di valutazione dei crediti e dei debiti;
• i criteri di contabilizzazione dei proventi e delle spese e cioè se è stato seguito il criterio di competenza oppure di cassa; qualora fosse stato seguito un criterio misto, occorre specificare le voci e le motivazioni per le quali è stato preferito il criterio di cassa;
• motivazione e criteri di quantificazione degli accantonamenti ai fondi rischi ed oneri.

Deve altresì essere fornito il dettaglio ed il contenuto della movimentazione delle voci più significative dello stato patrimoniale, ivi compresi i conti d'ordine. In particolare per le somme ricevute con vincolo di destinazione e, cioè, per essere erogate per finalità specifiche in esercizi successivi il cui importo sarà accantonato in appositi fondi vincolati, la nota integrativa deve
riportare:
• il dettaglio dei fondi esistenti all'inizio dell'esercizio;
• l'incremento per contributi vincolati ricevuti nell'esercizio ( il cui totale corrisponde alla voce esposta nel conto economico "accantonamenti ai
fondi vincolati" );
• le erogazioni eseguite nell'esercizio secondo le finalità previste dal donatore ( il cui totale corrisponde alla voce del conto economico "utilizzo fondi vincolati");
• il totale dei fondi alla fine del periodo con ulteriore indicazione degli importi per ciascuno degli esercizi successivi in cui avviene l'erogazione.

Con riferimento allo schema di rappresentazione del risultato di gestione la nota integrativa dovrà contenere:
con riguardo all’attività istituzionale:
• l' analisi della voce "Liberalità" prevedendo la classificazione delle varie tipologie di contributi ricevuti;
• l' analisi dei proventi finanziari ivi comprese eventuali plusvalenze da cessione di titoli ed al netto di minusvalenze da cessione o da valutazione dei titoli;
• l'analisi degli oneri delle manifestazioni e delle altre iniziative di fund raising ( mediante le analisi dei contributi e dei proventi ricevuti e dei corrispondenti costi sostenuti l'azienda risponde anche agli adempimenti previsti dall' art. 8 del D. Lgs. 4.12.97 n. 460 che richiede vengano fornite dalle ONLUS le informazioni – oneri e proventi - relative a ciascuna celebrazione ricorrenza o campagna di sensibilizzazione );
• il dettaglio degli oneri della struttura dell'azienda non profit (oneri del personale e dei collaboratori spese generali, ecc ) con riguardo alle attività accessorie:
• il livello di analisi dei componenti di oneri e proventi connessi alle attività accessorie eventualmente svolte dall'azienda non profit dipende dalla maggiore o minore sinteticità prevista nelle voci del rendiconto di gestione. Qualora l'azienda non profit svolga attività complesse o diversificate è opportuno richiedere la classificazione degli oneri e dei proventi per ciascun tipo di attività .
Inoltre, qualora l'azienda non profit si avvalga di aziende controllate (comitati od organizzazioni controllate od affiliate ) i quali abbiano quale scopo primario la raccolta di fondi volta a supportare l'attività dell’azienda, si rende necessario che la Nota Integrativa dia una rappresentazione complessiva delle attività svolte
evidenziando, in forma aggregata, i componenti positivi (contributi, proventi e ricavi ) e negativi ( costo delle manifestazioni, di fund raising, di struttura, ecc) dell'azienda stessa e di ciascuna delle aziende controllate.

rend1

RELAZIONE AL RENDICONTO CONSUNTIVO 09/10

Signori Soci,
il bilancio chiuso al 30 Novembre 2010 che sottoponiamo alla Vostra attenzione evidenzia un avanzo di € …….

STAGIONE 2010/2011 : analisi delle voci e degli scostamenti rispetto al preventivo

RICAVI:
• Quote associative : si registra un calo di € … pari al x,xx% ed è dovuto al calo sia degli iscritti che all’appartenenza degli stessi nelle diverse categorie ;
• Sponsor e contributi : in tal caso l’incremento del x,xx% è legato per lo più alla erogazione da parte di…………..pari ad € …………
• Vendite,corrispettivi,ricavi diversi:l’incremento pari al x,xx % deriva principalmente da un maggior ricavo sia delle attività estive che dalla vendita abbigliamento;
• Variazione rimanenze : a consuntivo le rimanenze sono maggiori di quelle preventivate in quanto ….
COSTI:
• Attività agonistica e materiali : l’incremento di € … rispetto al preventivo è dovuto sostanzialmente all’acquisto di abbigliamento fatturato nel mese di novembre ed in giacenza in magazzino al 30/11/2010;
• Spese di funzionamento : l’aumento del x,xx% è di fatto legato alla voce di costo affitti passivi in quanto è il primo anno completo che ,oltre all’affitto ….
• Ammortamenti ed oneri: l’incremento è legato ai maggiori ammortamenti derivanti dall’acquisto dei nuovi beni ammortizzabili…,dalle tasse di iscrizione …, etc.

5x1000

raccolta fondi

Nessun commento:

Posta un commento