-

domenica 28 agosto 2011

Alcune domande poste a Philip Kotler

I mercati e il marketing 

D.Quali sono le macrotendenze che si profilano per il futuro?
R.
Il paesaggio economico è stato modificato in maniera sostanziale dalla tecnologia e dalla globalizzazione. Oggi aziende di tutto il mondo possono competere ovunque, grazie a Internet e alla maggiore libertà degli scambi.
La principale forza economica è la "ipercompetizione": le aziende sono in grado di produrre più beni di quanti ne possano vendere; come risultato si hanno forti pressioni sui prezzi e una tendenza sempre più pronunciata alla differenziazione.
Tuttavia, gran parte della differenziazione è psicologica, più che reale. Anche così, il vantaggio competitivo di un’azienda non permane a lungo, in un’economia dove qualsiasi vantaggio può essere copiato rapidamente.
Le società devono prestare attenzione al fatto che i clienti sono sempre più istruiti e dispongono di strumenti migliori, come Internet, per scegliere tra una gamma più ampia di alternative.
Il potere, che dal produttore era passato al distributore, ora sta passando al cliente. Il cliente è sovrano.


L'organizzazione del marketing


D.Quali sono le caratteristiche di una leadership valida?
R.
Tutti i manager dovrebbero essere dei leader, mentre nella maggior parte dei casi sono semplici amministratori. Se dedicano la maggior parte del tempo a bilanci di previsione, costi e organigrammi, sono degli amministratori. Per essere un leader, occorre trascorrere del tempo con le persone all’interno dell’azienda per ricercare opportunitàformulare strategie e sostenere le rispettive missioni.Un vero leader è qualcuno che ha conquistato il rispetto del personale, che condivide la sua visione.
Un CEO che è anche un leader adotta un punto di vista da stakeholder, e non solo da azionista, sulla gestione vincente dell’azienda; altrimenti finisce per fare come “Chainsaw Al” (Al Dunlop): tagliare senza pietà costi e posti di lavoro e raggirare fornitori e distributori per spremere ulteriori utili a breve termine, al prezzo di rovinare l’azienda nel lungo periodo. Un leader sa che l’organizzazione è forte quanto lo sono i suoi anelli più deboli. L’insoddisfazione di fornitori, dipendenti, distributori, rivenditori o utilizzatori finali può fare affondare la nave. Un numero crescente di CEO gestisce le rispettive aziende, come Hewlett-Packard, Xerox, GE e così via, in base a uno schema equilibrato che tiene conto dei livelli di soddisfazione dei partner aziendali. Molti ritengono che i leader debbano avere carisma. Tuttavia, per essere efficaci non occorre carisma. Molti grandi leader non si affannano a costruirsi un’immagine carismatica; sono amabili, spesso semplici, e mostrano un reale interesse per clienti e dipendenti.

Il marketing eccellente

D.Può descrivere in maggior dettaglio alcune aziende innovative?
R.
IKEA e Calyx & Corolla forniscono due validi esempi.
IKEA corrisponde alla mia descrizione di azienda a forte valore aggiunto. Ingvar Kamprad non sopportava l’idea che i giovani Svedesi che mettevano su casa per la prima volta dovessero affrontare forti spese per i mobili. Così si è impegnato a fondo per ridurre i costi della fabbricazione e vendita dei mobili, puntando sui risparmi ottenibili fornendo mobili da assemblare e sui vantaggi della produzione e del marketing di massa. Ma Kamprad non si è limitato a creare mobili di qualità a buon mercato; ha aggiunto all’esperienza IKEA alcune caratteristiche che dimostrano una certa sensibilità per le modalità di questa particolare tipologia di acquisti: ha aggiunto un ristorante, sapendo che l’acquisto di mobili richiede molto tempo e che gli uomini preferiscono sedersi a mangiare mentre le mogli fanno una prima ricognizione.
Ha aggiunto un’area giochi con personale di assistenza, perché i bambini diventano difficili da gestire mentre si fanno acquisti ed è meglio separarli dai genitori che devono concentrarsi sui prodotti.
Ha fidelizzato la clientela introducendo una tessera aziendale e offrendo ai possessori una serie di prodotti a prezzi più bassi. A mio parere l’IKEA è una delle società appartenenti all’Olimpo del marketing.
Calyx & Corolla fornisce un esempio interessante di pensiero innovativo. La fondatrice dell’azienda, Ruth M. Owades, rendendosi conto che i fiori affrontavano un viaggio di quasi dieci giorni per arrivare dal vivaio ai consumatori attraverso un labirinto di grossisti e dettaglianti, ha istituito un sistema di marketing diretto a domicilio. I clienti ordinano fiori freschi e bouquet dal catalogo, sul sito Internet o per telefono. L’ordine viene immediatamente inviato per via elettronica a uno dei 25 floricoltori collegati in rete, il quale raccoglie i fiori, li confeziona e li spedisce via FedEx. I fiori arrivano freschi, durano 10 giorni di più e soddisfano molti consumatori.

D.
R.


giovedì 25 agosto 2011



sport wellness bacigalupo


Savona. Da venerdì 26 a domenica 28 agosto lo stadio Bacigalupo di Savona ospiterà la prima edizione di “Sport & Wellness Weekend”, una manifestazione di sport, benessere ma soprattutto divertimento, organizzato dalla Move Your Fun con il patrocinio di CSEN Liguria, del Comitato de Cubertin e del Comune di Savona. Saranno tre giorni dedicati al movimento per appassionati, addetti ai lavoratori e luogo di aggregazione per famiglie e sportivi.
La manifestazione ospiterà simultaneamente più discipline e dimostrazioni sportive e l’impianto sportivo savonese verrà attrezzato ad hoc per l’evento. Si potrà partecipare a tornei di Green volley, Calcetto, Corsi di fitness, Corsi in acqua (AQUAWALK®, Aqua Kombat, Aquabike, Aqua Treadmill, Aqua flo, Aqua Relax), Corsi di Spinning, Corsi ad alta intensità (Kettelbell, bulgarian bag Jungle Gym’s curati da Lacertosus, Percorso militare, Corsi di Balli Latino Americani, Zumba, Hip hop, Pole dance, Danza, Corsi di B .J .J (Brasilian ju jitsu), Country Dance, Slim Latin Body movement, Bachata, Danza del Ventre.
Sarà inoltre allestita un area Wellness dedicata, con attività di benessere: yoga, pilates stretching, metodo Feldenkrais, Body Flying. Sarà anche possibile assistere a esibizioni di MMA (mixed martial arts), arti marziali, grappling, Krav Maga, functional training, tiro con l’arco.
Altra location di particolare interesse sarà l’area destinata alle convention e corsi di formazione curate dal Dott. Gianmauro Cupellini e dalla Prof.sa Anna Benzi che tratteranno tematiche quali: L’obesità, L’integrazione nelle attività sportive, Osteoporosi e postura a confronto, Il metodo Feldenkrais. Inoltre si potranno approfondire i benefici delle attività in acqua anche dal punto di vista teorico con la lezione tenuta dal Master Trainer di AQUAWALK® Catia Pattini ed ascoltare le relazioni sull’importanza della difesa personale, grazie al contributo dell’Istruttore di Krav Maga Igor Balducci .
Sul palco centrale saranno protagoniste numerose palestre della Regione che si esibiranno in particolari performance create appositamente per una competizione che le vedrà sottoposte alla valutazione di una competente giuria composta da: Cristian Borghello medaglia di bronzo al Campionato del mondo di Kettlebell lifting nella categoria 90 chili, Max Nascente insegnante specializzato in wushu moderno medaglia d’oro ai campionati del 2005 a Los Angeles, Matteo Pietranera ed Enrico Ravegnani coreografi insegnanti ballerini di hip hop con esperienze Internazionali, Leonardo Marazzi, Giulia Bizzarri, Paolo Marchini e Marco Bartolotta, tecnici del settore Wellness. Si voterà lo Stile, la Tecnica, la Coreografia, la Musicalità, e l’Originalità.
Le palestre ed associazioni sportive partecipanti alla gara e le loro rispettive specialità saranno: Pole Dance Area Liguria con esibizione di pole dance e flage pole acrobatico, ASD Sport Savona Arti Marziali – Team DiBari con esibizione di Music Sanda, Federazione Italiana Zanshin Jutsu Aps con esibizione di White Tiger free stile boxing e Hapkido, Lacertosus Gym con esibizione di Kettlebell, Centro Accademico Danza il Cigno con esibizione di danza moderna, ASD Self Defence e fitness concept con esibizione di Zumba, Wellness Planet con esibizione di Hip Hop.
Un’altra importante competizione che animerà le 3 giornate all’interno dello Stadio, è quella riservata a ragazzi e ragazze sportivi e di bell’aspetto che concorreranno per le fasce di Miss Grand Prix Fitness e Mister Talento. I candidati iscritti, provenienti da tutta Italia, si cimenteranno in vere e proprie prove sui campi di gara e dovranno dimostrare di possedere doti sportive oltre che saper sfilare in passerella davanti ad una giuria tecnica.
Nella giornata conclusiva di domenica 28 Agosto verranno eletti i 2 vincitori che parteciperanno alla finalissima delle 2 prestigiose Manifestazioni “Miss Grand Prix” e “Mister Italia” in programma il 17 Settembre allo Stadio del Mare di Pescara, dove saranno presenti contenitori Rai e Mediaset.
Questi gli orari di Sport & Wellness Weekend: venerdì 26 agosto apertura alle ore 14 chiusura ore 22; sabato 27 agosto: dalle ore 10 alle ore 23; domenica 28 Agosto: dalle ore 10 alle ore 21. Per maggiori informazioni si può visitare il sito ufficiale: www.sportwellnessweekend.com.
articolo pubblicato da: http://www.ivg.it

progetto FITNESS SALE SCHOOL






Netwell, vista la crescente esigenza delle aziende sportive di migliorare le proprie conoscenze nel campo del marketing e della gestione degli utenti ha progettato un percorso formativo commerciale denominato FITNESS SALE SCHOOL!

Tale progetto è strutturato su 3 livelli di apprendimento iniziali:

LIVELLO 1 “la vendita dei servizi di fitness”
LIVELLO 2 “la comunicazione emozionale”
LIVELLO 3 “la fidelizzazione”

FITNESS SALE SCHOOL è così articolato per fornire la migliore e più idonea formazione allo staff che tutti i giorni affronta le insidie dell’attuale mercato del fitness; gli argomenti trattati vanno dalle ultime novità sulle tecniche di vendita inconsce alla comunicazione sensoriale, dal marketing one to one alle nuove strategie di fidelizzazione, dalla gestione dello staff all’analisi della qualità del servizio; inoltre forniamo ai tecnici le basi per conseguire le giuste abilità per la vendita dei servizi fitness (come ad esempio: la vendita dei Personal, dei percorsi di dimagrimento, dei servizi aggiuntivi) ma anche e soprattutto i mezzi per fidelizzare i clienti e trasformarli in TOP-CLIENT.

sabato 20 agosto 2011

Il piano di marketing per le società sportive








Un piano di marketing è un documento che viene redatto solitamente con cadenza annuale, all’ interno del quale sono riportate le modalità con le quali l'azienda sportiva intende raggiungere i propri obiettivi strategici riferiti ai prodotti, al loro posizionamento, alle vendite e alla redditività. Non va trascurato il fatto che la stesura del documento deve avvenire con un costante orientamento al cliente, ovvero “mettendosi nei panni” degli utilizzatori dei prodotti e/o dei fruitori dei servizi offerti dall’ azienda.
Il piano di marketing è anche uno strumento di controllo, perché in esso sono riportati i parametri e gli indicatori scelti per verificare periodicamente l’efficacia delle scelte effettuate e l’efficienza  degli strumenti operativi definiti per il raggiungimento degli obiettivi. La verifica è naturalmente una condizione indispensabile per poter definire eventuali azioni correttive da attuare.
Le fasi del piano di marketing sono:
1.Premessa generale
2.Situazione attuale di marketing
3.Analisi delle opportunità e dei problemi
4.Obiettivi
5.Strategie di marketing
6.Piani d’azione
7.Previsione di conto economico
8.Controlli
1) PREMESSA GENERALE
Presenta una panoramica per un rapido inquadramento del piano del Club fitness.
2) SITUAZIONE ATTUALE DI MARKETING
Presenta i principali dati di base su mercato, scenario, situazione del Club fitness.
3) ANALISI DELLE OPPORTUNITA’ E DEI PROBLEMI
Riassume le principali minacce, opportunità, forze, debolezze, nonché i problemi che verranno considerati nel piano.
4) OBIETTIVI
Definisce i traguardi che il piano vuole raggiungere in termini di volume delle vendite, quota di mercato e profitti, devono essere coerenti e perseguibili.
5) STRATEGIA DI MARKETING
Presenta l’approccio generale di marketing impiegato per raggiungere gli obiettivi del piano.
6) PIANI D’AZIONE
Risponde alle domande:
-cosa sarà fatto?
-chi lo farà?
-quando sarà fatto?
-quanto costerà? tempi?
7) PREVISIONE DI CONTO ECONOMICO
Sintetizza i risultati economico/finanziari del piano e fa previsioni circa costi ed investimenti.
8) CONTROLLI
Specifica i sistemi di controllo che saranno applicati durante l’esecuzione del piano di marketing.

venerdì 19 agosto 2011

MODELLI DEPOTENZIANTI


Ti sei mai chiesto se hai dei modelli depotenzianti?
I modelli depotenzianti sono ciò che nell’arco della vita abbiamo costruito nella nostra mente, sotto forma di pre-concetto, frutto di esperienze negative nostre e altrui.

Siamo troppo concentrati su ciò che è difficile piuttosto che su ciò che ci fa sentire bene. Focalizzando la nostra attenzione su modelli negativi, su paure e su preconcetti, che diminuiscono le nostre possibilità di successo sprecando molta più energia di quanto se ne spenderebbe per provare piacere.
Un modello depotenziante, spingerà il nostro cervello a cercare tutte le emozioni negative e frenanti correlate alla situazione che stiamo vivendo.

Pensa a quelle voci dell’inconscio che ti dicono:
chissà cosa dirà la gente!> non posso riuscirci è troppo difficile!>se vai a correre, non sudare!>

lunedì 15 agosto 2011

STAR-marketing







Stategie di marketing per i centri fitness

Il metodo STAR-marketing!

Il 2012 si aprirà con una nuovissima metodica di marketing denominata STAR-marketing che rivoluzionerà le tradizionali e direi fin troppo usuali strategie di marketing impiegate sino ad oggi dai centri fitness e dalle palestre; l’intento è quello di fornire una nuova metodica di fidelizzazione agli operatori di un mercato alle prese, anch’esso, con la dilagante crisi mondiale.
In un periodo dove le idee diventano fondamentali per la soppravivenza delle aziende, ecco arrivare direttamente dall’italia, una nuova strategia di marketing che sarà presto adoperata da tutti coloro che operano nel mercato del fitness, a partire dai grandi club fitness e wellness sino ad arrivare alle piccole palestre a conduzione familiare.
Lo STAR-marketing è una metodica adatta a tutti!

Il metodo STAR-marketing ottiene il massimo rendimento con le strutture già dottate di una minima organizzazione vendite, secondo i principi dell’empowerment, potenziando e implemantando tutte le attività di front-office e back-office migliorandone l’efficacia e fornendo validi strumenti per ottimizzare tutti i servizi aziendali nell’ottica di un sistema imperniato sul cliente.

Non sarà neccessaria un azione di recruiting, finalizzata all’individuazione dei migliori collaboratori perché possano operare al meglio con la nuova strategia, o addiritura, rivolgendosi ad aziende esterne (outsourcing) per poter sviluppare il processo produttivo, in quanto, particolarmente complesso; niente di tutto ciò! il metodo è particolarmente intuitivo e semplice e permette agli stessi componenti lo staff vendite di portare avanti le strategie di STAR-marketing.
Lo STAR-marketing nasce con questo nome proprio perché si basa su un processo di.......
...Sei interessato a questo approccio di marketing?

Inviaci una mail a questo indirizzo: netwell@libero.it





CONTACT
netwell@libero.it
infotel: 340.2322494

sabato 13 agosto 2011

PERCORSO FORMATIVO MANAGERIALE


In passato le qualità principali di un buon imprenditore erano intuito, grinta e capacità imprenditoriali. Poi i tempi sono cambiati. Le capacità di informarsi e acquisire nuove competenze hanno ribaltato il modo di gestire l'azienda. Se non si fa strada spesso dipende da competenze che non solo non si hanno ma si è anche all'oscuro della loro importanza.

Il PERCORSO FORMATIVO MANAGERIALE si pone l’obiettivo di formare i gestori, proprietari e responsabili dei club fitness e delle società sportive. Il percorso è costituito da sei distinte sessioni di formazione, proposte congiuntamente al fine di soddisfare il fabbisogno formativo delle persone che operano nella Direzione Sportiva.
https://www.facebook.com/netwell.antoniolombardi

Ecco di seguito le sei tappe:
  1. AUTOCONSAPEVOLEZZA delle competenze! 
  2. COMPRENSIONE del proprio ruolo!
  3. COMUNICAZIONE e gestione delle relazioni!
  4. SVILUPPO e CRESCITA dei collaboratori e del clima aziendale!
  5. DECISIONI manageriali!
  6. OTTIMIZZAZIONE del tempo!
L'iniziativa si caratterizza per una didattica che affianca alle tradizionali sessioni di aula, numerose esercitazioni e simulazioni aziendali, al fine di condividere attraverso la reale applicazione le potenzialità degli strumenti proposti.

Le esercitazioni mirano a creare e sviluppare le capacità e competenze manageriali, accrescendo la propria leadership e sviluppando dei programmi di miglioramento per tutto il personale, i quali, prendono il via dall’ ottimizzazione del clima aziendale.

I partecipanti potranno, inoltre, scegliere di integrare l’attività formativa con un progetto di coaching aziendale da svolgersi direttamente in azienda.
Il progetto sul campo si pone l’obiettivo di implementare in azienda gli strumenti condivisi durante le attività in aula. Questa attività di lavoro permette di:
  • contestualizzare gli strumenti illustrati in aula nella propria realtà aziendale;
  • fornire un rapido riscontro rispetto alle criticità e ai vantaggi derivanti dall'applicazione degli approcci analizzati;
  • offrire un feedback concreto alla propria azienda circa i frutti ottenuti dall'investimento in formazione.
il coaching aziendale (guida)
prevede: 
1)       la realizzazione dei progetti per ogni singola responsabilità (fase progettuale)
Ogni responsabile verrà guidato nella realizzazione del progetto di lavoro relativo alla propria area di competenza.

2)       la pianificazione degli obiettivi per ogni area di competenza (fase progettuale)
Individuare e pianificare degli obiettivi raggiungibili sarà uno dei compiti principali che ogni responsabile deve essere in grado di garantire, per il raggiungimento della mission aziendale.

3)       il controllo di gestione delle varie competenze (fase di controllo) 
È la fase in cui ogni progetto si sviluppa e si concretizza,  in corso d’opera viene controllato per valutarne l’andamento ed eventualmente apportare delle correzioni.

4)       l’analisi dei lavori svolti e della managerialità acquisita (fase di analisi)
Periodicamente verranno fatte delle analisi dei lavori svolti per comprenderne l’efficacia in funzione degli obiettivi, e delle capacità sviluppate o ancora da sviluppare.

5)       riconoscimento dei risultati raggiunti (gratificazione e incentivazione) 
E’ la fase in cui gli eventuali risultati raggiunti verranno premiati e si riconosceranno i meriti dello staff e dei responsabili. 


Il progetto di coaching aziendale, da svolgersi, direttamente in azienda, prevede cinque fasi che sopra abbiamo sintetizzato e che possono svilupparsi indipendentemente dal numero degli appuntamenti di coaching fissati.
https://www.facebook.com/netwell.antoniolombardi

Ecco di seguito le prime slide del percorso formativo: